Forum replies created

    MorenoR
    Partecipante
    Posts: 8
    12 Febbraio, 2020 alle 10:04 pm #361

    Non presentare tutte le opzioni per il background (storia o famiglia problematica, etc) dai direttamente i dadi per il well-rounded, e non aver paura di consigliare subito di fare una distribuzione abbastanza equa. Non spiegare a cosa servono, ci sarà tempo durante i conflitti. Non spiegare tutte le opzioni delle relazioni, visto che oltretutto in un personaggio iniziale puoi scegliere solo persone (se sono tutti Cani, e tu non spiegare nemmeno l’alternativa). Visto che è una demo, consiglia di tenere tutti i dadi in riserva (insomma, hai capito la filosofia: non spiegare le opzioni che non servono in una demo, e consiglia da subito le scelte più biecamente ottimale a quelli indecisi). Gli oggetti assegnali tu standard, che paradossalmente la possibilità di scegliersi l’equipaggiamento eccezionale paralizza certi giocatori (fra la voglia di avere tutto eccezionale e un po’ di vergogna nel farlo). Spiega l’ambientazione, NON il gioco, il gioco lo spieghi man mano quando serve.
    Se possibile, metti un “compare” fra i giocatori, cioè qualcuno che sappia già bene il gioco e possa fargli vedere, come esempio pratico, cosa possono fare (ho fatto demo penose con io che continuavo a cercare di aiutare giocatori assolutamente indecisi a tutto che per abitudine non si fidavano dei consigli del GM…)
    NON fargli personaggi pregenerati e NON usare quelli scaricabili dal sito di narrattiva, che sono i tipici personaggi “con un grande avvenire dietro le spalle” che ne hanno già fatte di cotte e di crude. Tutti devono giocano ragazzini mai usciti di casa prima, nessuno ha mai avuto nessuna esperienza prima (che è appunto la maniera migliore di fare i personaggi, ma non hai il tempo di aspettare che lo capiscano da soli e smettano di cercare di creare dei Clint Eastwood già famosi in tutto il west…)
    Salta il conflitto di iniziazione, ma fai comunque un conflitto “di rodaggio” senza poste eccessive prima di qualunque altri, in maniera che capiscano il gioco PRIMA di affrontare sfide letali.
    Poi… limita il numero dei giocatori, 2-3 al massimo, non fare una città piena di dubbi morali, mettici uno stregone che sia un gran bastardo e arriva a odio e omicidio, se si fermano a discutere sulla morale la prima città, prima di capire il gioco, lo faranno out-of-character ammazzando tutta la partita.
    Conflitti brevi (questo è già una regola del gioco, ma con giocatori principianti è ancora più necessario. O li uccidi subito (non aver paura di fare un total party kill, fai subito capire che non è compito del GM proteggerli), o hai i dadi comunque per fargli molto male, o molla il conflitto.
    Fai npc molto aggressivi nel volere che i Cani agiscano subito.
    Ho detto di evitare le spiegazioni inutili, ma ci sono cose che devi assolutamente spiegare bene dandogli molto risalto all’inizio: le regole sull’abbandono dei conflitto come ottima mossa tattica e i vantaggi che danno, rispetto ai polli che rimangono fino alla fine e ci lasciano le penne, le regole per aiutare e quelle per l’escalation. NON stare a spiegare le regole sul conflitto per curare, se c’è qualcuno in pericolo di vita fai il conflitto e basta.

    MorenoR
    Partecipante
    Posts: 8
    6 Febbraio, 2020 alle 9:54 am #356

    Non so se ti servono anche esempi su come NON si fa un regolamento di gdr, o di come un gruppo probabilmente di quelli mostrati nelle satire sui gdr potrebbe intendere questi argomenti, ma nel famigerato FATAL (uno dei “3 peggiori gdr di tutti i tempi” the Unholy Trio…) fra le caratteristiche ci sono le dimensioni del pene e la circonferenza…
    …anzi no, meglio lasciare certe mostruosità nel dimenticatoio, oltretutto è un esempio tanto aberrante che non serve nemmeno come “esempio tipico”. L’ho citato solo per ricordare che noi qui stiamo elencando i regolamenti che trattano bene o abbastanza bene questi temi, ma c’è roba davvero indescrivibile là fuori…

    Non so se Dilemma è un altro gioco con le caratteristiche giuste, non avendo mai letto il draft finale, ma tutte le volte che l’ho giocato si è giocato molto sulla seduzione (ma appunto non so è perchè è nelle regole o se è perchè avevo sempre la maglietta indaco…)

    (Sono riuscito a citare Dilemma e Fatal nello stesso post, gli autori mi uccideranno… 🙂 )

    MorenoR
    Partecipante
    Posts: 8
    4 Febbraio, 2020 alle 9:46 pm #349

    Altri giochi che mi sono venuti in mente dopo il post in attesa di moderazione (ma sono praticamente tutti giochi abbastanza noti che probabilmente hai già in lista)

    – Girl X Boy
    – Breaking the Ice
    – The Beast
    – Hot Guys Making Out
    – S/Lay w/me


    Aggiungerei anche My Life With Maste, anche se non ha regole “specifiche sulla seduzione”, tutto il gioco in pratica si basa sulle scene di approccio ai legami, e sulle loro conseguenze (anche meccaniche)

    un caso più dubbio è It Was a Mutual Decision: contano regole sulla ROTTURA di una relazione, e sul mantenere la propria dignità anche se il tuo/tua partner si rivela essere un infame topo mannaro?

    E l’Amore al Tempo della Guerra?

    MorenoR
    Partecipante
    Posts: 8
    4 Febbraio, 2020 alle 9:00 pm #345

    Tecnicamente, credo possa rientrarci anche Trollbabe. Ha regole specifiche per le relazioni,in generale, ma si applicano in maniera speciale nel caso di relazioni sentimentali/sessuali (“gli amanti usano sia le regole degli alleati che quelle degli avversari”)

    Poi, a parte il rientrare per quel tecnicismo fra i giochi di cui parlavi, dipende dallo scopo per cui vuoi trattare questi giochi. Se parliamo di giochiche hanno regole per le relazioni fra persone per me Trollbabe ci sta, se parliamo di un gioco che abbia regole specifiche per il corteggiamento no (ha regole per le relazioni ma non specifiche per il corteggiamento). E rischierebbe forse di portare il discorso su altre strade (per me la cosa più particolare di Trollbabe da questo punto di vista è che, in tema con i personaggi delle Trollbabe larger-than-life, il loro successo nella seduzione è assolutamente automatico sui personaggi secondari)

    P.S.sul forum: trovo poco leggibile lo scrivere in grigio chiaro su sfondo bianco, non si potrebbero usare colori con maggiore contrasto?

    MorenoR
    Partecipante
    Posts: 8
    4 Febbraio, 2020 alle 9:00 pm #346

    Per diversi anni ho fatto da GM in un gruppo che disponeva di una stanza riservata al gioco (esterna alla casa, ma riscaldata), con diverse attrezzature compresa una lavagna e un impianto stereo. E quindi per anni ho giocato con un sottofondo musicale sotto.
    Ho visto subito che, almeno per le mie preferenze, la musica delle colonne sonore dei film era la scelta migliore. Musiche che attiravano troppo l’attenzione su di loro (con parole da ascoltare o sfoggi di bravura particolari) distraevano troppo. E anche la ricerca di musiche nuove, o particolari, era distraente. L’effetto migliore ce l’avevo con colonne sono sentite e strasentite da anni, note a tutti, quindi familiari e che non attiravano troppo l’attenzione. E ho notato una cosa: non cera alcun bisogno di “sincronizzare” la musica. Era la partita a sincronizzarsi. Mettevo su la colonna sonora e la lasciavo andare fino alla fine, e durante la partita, senza farlo consciamente, seguivo la musica, nel senso che mi capitava molto spesso che un colpo di scena “in fiction” coincidesse con una musica particolarmente drammatica. E l’unica spiegazione per una coincidenza simile (che capitava davvero spesso) era che, senza accorgermene, rallentavo o acceleravo l’azione e le scene in anticipazione di quei momenti (che conoscevo benissimo, alcune di quelle colonne sonore le ho ascoltate due volte a sera di gioco per anni…). C’è da dire che all’epoca ero un master “illusionista” quindi gestivo completamente io il ritmo degli eventi e delle azioni.
    Quando, dopo anni, quel giocatore ha dovuto lasciare il gruppo e abbiamo giocato altrove, per un po’ abbiamo giocato senza musica, e poi ho cambiato (gran parte del) gruppo e abbiamo iniziato a giocare ai giochi Indie. Dopo diversi anni ho avuto di nuovo occasione di giocare con la musica… ma adesso mi disturbava. Forse è il tipo di gioco che richiede più impegno e concentrazione, forse il fatto che in partite meno illusioniste la musica non è più tanto sincronizzata con le azioni, o forse ho semplicemente perso l’abitudine, ma adesso preferisco giocare senza musica…

    P.S: la prima volta che cerco di postare una risposta, il forum mi chiede di risolvere un Captcha… che non vedo. Poi ritento e il messaggio parte (almeno, quello di prima è partito, ora riprovo con questo…)

    In risposta a Su nomi e regole
    MorenoR
    Partecipante
    Posts: 8
    27 Giugno, 2019 alle 10:24 am #202

    Se, come in gcg, lo scopo è il favorire l’uso del nome con cui ci si chiamerebbe di persona, quello è il “nome vero” – cioè il nome che si usa in real life – che magari non coincide con il nome sui documenti.
    Insomma, se mi incontri ad una convention, e mi dici come ti chiami, non useresti immagino i tipici nomi scemi da forum tipo “necronius trollkiller” (sennò rischi di finire come il Miet che ormai per tutti alle convention è “il mietitore” e se dici Alex rispondono “chi?” 🙂 )
    Se esistono situazioni particolari in cui l’uso del nome vero potrebbe dare problemi, immagino che comunque basti parlarne in privato con i moderatori, ma anche in quei casi, per una questione se vogliamo di “estetica” (ma quanto sono brutti i nomi tipici dei forum di gdr?) sarebbe bello che si usassero nomi che “sembrino” veri…

    In risposta a Vediamo il forum
    MorenoR
    Partecipante
    Posts: 8
    24 Maggio, 2019 alle 12:46 am #87

    Approvo senza riserve la disabilitazione dell’inquietante effetto rollover… 🙂

    In risposta a Vediamo il forum
    MorenoR
    Partecipante
    Posts: 8
    21 Maggio, 2019 alle 8:56 pm #71

    testiamo il forum, e già che ci sono… c’è un link che spiega cosa significa “amici” nel sito?