• Open
  • Giulia Cursi
    Amministratore del forum
    4 Febbraio, 2020 alle 8:56 am #343

    Vorrei parlare un attimo di un argomento che solitamente viene o esaltato come obbligatorio oppure denigrato come orpello inutile, usare le colonne sonore o rumori di fondo durante le sessioni di gioco di ruolo al tavolo.

    Solitamente non uso musiche o rumori durante le giocate, perché non sono mai in situazioni tranquille e finirebbero per fare solo confusione. Però per una mia avventura di Richiamo di Cthulhu decisi di fare una prova.
    L’avventura si svolge in una città della costa americana, Rockport, e inizia con una pioggia leggera durante una veglia funebre. Durante il corso dell’avventura il temporale peggiora, ci sono le onde alte nel mare, il vento che soffia forte e quando finii di scrivere l’avventura pensai che forse un elemento di colore ci stava.
    Cercai una di quelle registrazioni di rumori di temporale da mettere in sottofondo alla sessione, avremmo giocato a casa di amici per cui sapevo che oltre quello non ci sarebbero stati altri rumori.

    Evitai di usare musiche perché volevo proprio inconsciamente dare l’impressione ai giocatori di essere sempre in presenza di un temporale.
    Siccome si tratta di rumori naturali dopo poco i giocatori non si curarono più della cosa, e si resero conto di questo quando a fine sessione fermai il rumore di pioggia e dissero “Oh cielo pensavo ci fosse davvero un temporale fuori!”

    Non che si sia trattato di un qualche espediente particolare per avere performance attoriali in gioco, ma ho capito che comunque unito alle luci basse quella scelta di suoni in sottofondo ha spinto i giocatori verso uno stato d’animo tetro e sempre più turbolento, in accordo con l’avventura.

    A voi è capitato di usare i suoni o musiche particolari per dare l’impressione di una scena più viva?

    • MorenoR
      Partecipante
      Posts: 8
      4 Febbraio, 2020 alle 9:00 pm #346

      Per diversi anni ho fatto da GM in un gruppo che disponeva di una stanza riservata al gioco (esterna alla casa, ma riscaldata), con diverse attrezzature compresa una lavagna e un impianto stereo. E quindi per anni ho giocato con un sottofondo musicale sotto.
      Ho visto subito che, almeno per le mie preferenze, la musica delle colonne sonore dei film era la scelta migliore. Musiche che attiravano troppo l’attenzione su di loro (con parole da ascoltare o sfoggi di bravura particolari) distraevano troppo. E anche la ricerca di musiche nuove, o particolari, era distraente. L’effetto migliore ce l’avevo con colonne sono sentite e strasentite da anni, note a tutti, quindi familiari e che non attiravano troppo l’attenzione. E ho notato una cosa: non cera alcun bisogno di “sincronizzare” la musica. Era la partita a sincronizzarsi. Mettevo su la colonna sonora e la lasciavo andare fino alla fine, e durante la partita, senza farlo consciamente, seguivo la musica, nel senso che mi capitava molto spesso che un colpo di scena “in fiction” coincidesse con una musica particolarmente drammatica. E l’unica spiegazione per una coincidenza simile (che capitava davvero spesso) era che, senza accorgermene, rallentavo o acceleravo l’azione e le scene in anticipazione di quei momenti (che conoscevo benissimo, alcune di quelle colonne sonore le ho ascoltate due volte a sera di gioco per anni…). C’è da dire che all’epoca ero un master “illusionista” quindi gestivo completamente io il ritmo degli eventi e delle azioni.
      Quando, dopo anni, quel giocatore ha dovuto lasciare il gruppo e abbiamo giocato altrove, per un po’ abbiamo giocato senza musica, e poi ho cambiato (gran parte del) gruppo e abbiamo iniziato a giocare ai giochi Indie. Dopo diversi anni ho avuto di nuovo occasione di giocare con la musica… ma adesso mi disturbava. Forse è il tipo di gioco che richiede più impegno e concentrazione, forse il fatto che in partite meno illusioniste la musica non è più tanto sincronizzata con le azioni, o forse ho semplicemente perso l’abitudine, ma adesso preferisco giocare senza musica…

      P.S: la prima volta che cerco di postare una risposta, il forum mi chiede di risolvere un Captcha… che non vedo. Poi ritento e il messaggio parte (almeno, quello di prima è partito, ora riprovo con questo…)

    • Red Dragon
      Partecipante
      Posts: 4
      4 Febbraio, 2020 alle 9:09 pm #348

      Finito sempre a schifio: gente che si distraeva, musiche che non collimavano o gente che non sentiva. Forse con un esperto del suono…
      Preferisco il silenzio, con le voci delle persone che si sentono bene. Non ho mai provato rumori ambientali, forse potrebbero funzionare… forse.

      Ciao 🙂